SWISS CHAMBER CONCERTS

Alla fine del secolo scorso, per la prima volta nella storia della Svizzera, l’idea di creare un pro-getto musicale che attraversasse il paese è finalmente diventato realtà. Sotto la direzione di Daniel Haefliger (Ginevra), Jürg Dähler (Zurigo) e Felix Renggli (Basilea), la serie degli Swiss Chamber Concerts è stata fondata nel 1999, permettendo per la prima volta la realizzazione di un programma comune di concerti a Basilea , Ginevra, Lugano e Zurigo.
Con le proposte di programmi innovativi ed esecuzione di prim’ordine, gli Swiss Chamber Concerts sono diventati in breve tempo uno dei principali attori culturali nel panorama musicale. La programmazione comprende classici, così come la riscoperta di opere dal barocco al moderno. La commissione di nuove opere è anche al centro dell’impegno dei tre direttori artistici che hanno quindi contribuito in modo significativo all’espansione del repertorio di musica da camera in Svizzera.

SWISS CHAMBER SOLOISTS

Mentre si consolidava la struttura nazionale degli Swiss Chamber Concerts, è anche nato un nuovo ensemble da camera che riunisce i migliori interpreti del paese: gli Swiss Chamber Soloists. L’ensemble ha rapidamente conquistato un posto di rilievo sulla scena musicale svizzera ed internazionale. Molti gli interpreti di chiara fama che hanno partecipato nei suoi programmi, come Heinz Holliger, Thomas Zehetmair, Christophe Coin, Christoph Prégardien, Patricia Kopachinskaïa, e molti altri. Il repertorio degli Swiss Chamber Soloists spazia dal periodo barocco – eseguito su strumenti d’epoca – alla musica moderna. Numerose le prime mondiali che per la maggior parte sono state scritte per l’ensemble. Dall’anno della sua nascita, gli Swiss Chamber Soloists hanno tenuto concerti in tutta Europa, Asia, Australia e Giappone. Innumerevoli successi della critica, nonché numerose registrazioni radiofoniche e CD attestano la loro eccellente reputazione.

SWISS CHAMBER ACADEMY

SCC desidera anche sostenere le nuove leve svizzere sotto tutte le sue forme. Pertanto la formazione e l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani strumentisti è un aspetto che sta molto a cuore all’Associazione. È per questo motivo che Daniel Haefliger ha fondato l’Accademia svizzera di quartetto d’archi, luogo di intense attività d’insegnamento e di scambio. Sin dalla sua creazione nel 2014, i più grandi artisti del settore vi hanno tenuto lezioni: Rainer Schmid del Quartetto Hagen, Ruth Killius e Thomas Zehetmair del Quartetto Zehetmair o ancora Hatto Beyerle del Quartetto Alban Berg. A oggi l’Accademia si sviluppa in triplice modo: con numerose sessioni formative durante l’anno accademico, con l’intervento di grandi musicisti oltre che di quartettisti e con il rafforzamento di una rete europea – in particolare in collaborazione con l’ECMA.
Nel 2018, l’Accademia si concentra sulla musica di Robert Schumann e sarà diretta dall’oboista, direttore d’orchestra e compositore Heinz Holliger, vincitore del Premio Schumann della città di Zwickau nel 2017 e del Premio svizzero di Musica nel 2015, per citare solo alcuni.

SWISS CHAMBER CAMERATA

Il successo dell’Accademia e le reti create nelle varie edizioni sono sfociati nella creazione di una nuova Camerata che si rivolge a giovani professionisti di tutta la Svizzera. Il suo obiettivo è di stabilire un dialogo ricco e profondo tra le generazioni accostando nello stesso concerto i migliori studenti neo laureati con artisti di fama mondiale. Questo nuovo ensemble permette pertanto ai musicisti promettenti di acquisire un’esperienza unica con i grandi maestri e di ambire a risultati musicali di altissimo livello. Inoltre, si tratta di un trampolino per la loro futura car-riera, valorizzandoli e facendoli conoscere nella rete nazionale dei concerti di SCC.

COMMISSIONI E PRIME MONDIALI

Daniel Haefliger (Ginevra), Jürg Dähler (Zurigo) e Felix Renggli (Basilea), fondatori degli Swiss Chamber Concerts, hanno fatto una questione di orgoglio nell’offrire alla musica del nostro tempo un ampio spazio. In 18 anni, più di 140 opere sono stati commissionate e diffuse in mezzo migliaio di concerti in Svizzera, Europa, Giappone e Australia. Particolare attenzione è stata data all’esecuzioni di opere di compositori come Carter, Ferneyhough, Kurtág, Ligeti, Yun o Zehnder, nonché la commissione e la prima mondiale di opere di compositori svizzeri come Blank, Dayer, Dubugnon Furrer-Münch, Gaudibert, Glaus, Gubler, Haubensak, Holliger, Käser, Kelterborn, Kessler, Kyburz, Lehmann, Moser Roth, Schnyder, Tognetti, Wyttenbach, Vassena o Zimmerlin. ll repertorio di musica da camera del nostro paese si è notevolmente ampliato negli ultimi anni. Contrariamente a una situazione diffusa, in cui l’esecuzione di un nuovo brano si svolge per un unico concerto, i nuovi lavori hanno tutti avuto la possibilità di essere interpretati molte volte. Sono stati anche oggetto di registrazioni radio o CD e sono state trasmesse da tutte le istituzioni svizzere radiofoniche nazionali.